Alla scoperta della pasta italiana: ecco le novità più golose

Il Bel Paese offre sempre spunti interessanti in tema gastronomici. Ma sapreste riconoscere la pasta tipica di ogni zona italiuna solo dalla loro descrizione? Ecco, a questo proposito, un piccolo e divertente test…culinario.

Iniziamo da una regione molto particolare: questo tipo di pasta, infatti, viene realizzata senza uova, ma molto spesso (per darle più spessore) si aggiungono all’impasto anche le patate. Vengono chiamati crusicchi oppure cuzzutilli. Ma sapete qual’è il loro nome più conosciuto? Stiamo parlando dei Cavatelli: questo tipo di pasta è la regina delle sagre molisane. E il motivo è più che comprensibile.

Dal Molise alla Lombardia: sapete qual è la pasta tipica di questa regione (o, meglio, una delle tante?). Vi basti pensare che è realizzata con grano saraceno, e che viene solitamente abbinata alla salvia e al burro. La ricetta più conosciuta, però, prevede la verza, le patate e il formaggio valtellinese tipico della zona, ovvero il Casera. Si, stiamo parlando di loro: degli amatissimi pizzoccheri.

Cercate una pasta adatta a qualsiasi ricetta? In Campania ce n’è un tipo che fa proprio per voi: è larga e stretta, e si può presentare sia con il sugo che ripiena. Avete capito di quale tipo stiamo parlando? Ebbene sì: sono i paccheri. E voi come li mangiate?

Infine, non può mancare un’altra località di mare: la Liguria. Questa regione, conosciuta per il suo ottimo pesto o per il sugo alle noci, ha un’altra caratteristica culinaria: un tipo di pasta davvero originale. Si chiamano trofie, o trofiette, e si presentano come un tipo di pasta corta e arrotolata…ma ovviamente gustosa!

Insomma, l’Italia è piena di ricette tradizionali, e di tipi di pasta da scoprire: il nostro test culinario potrebbe andare anche oltre, ma per oggi ci fermiamo qui e vi rivolgiamo una domanda. Tra tutti i tipi di pasta, voi quale preferite?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.