Ambulanza privata – Cos’è e come funziona?

tg3Al rientro da un’operazione molto invasiva o per raggiungere l’ospedale nel caso in cui ci si ritrovi in una condizione di infermità fisica, potrebbe essere necessario l’intervento di un’ambulanza privata, che si differenzia da quella cosiddetta “pubblica” solo per il tipo di servizio svolto. Dal punto di vista dell’equipaggiamento però risultano identiche, presentando le stesse caratteristiche tecniche e le medesime dotazioni. Si parla di ambulanza privata quindi, quando una persona decide di farsi carico del costo totale della stessa. Non sempre infatti le ambulanze “classiche” sono a disposizione del paziente, che potrebbe necessitare di trasporti non finanziati dalla sanità pubblica.

Costi e reperimento di un’ambulanza privata

Reperire un sito per prenotare un’ambulanza su Roma, Milano o qualsiasi altra città italiana non è così difficile come sembra, non a caso tramite i motori di ricerca è possibile risalire a numerose aziende che si occupano di erogare questo tipo di servizio. Ovviamente c’è da valutare la serietà dell’erogatore, informandosi bene sul suo operato. Non sempre, chi si trova in ospedale o in una casa di riposo viene aiutato nel rintracciare una delle associazioni o società di ambulanze locali e contattare un sito esperto nel noleggio di questi mezzi, fornisce la certezza di essere trasportati nell’immediato o entro tempi molto brevi. Le ambulanze private inoltre danno la certezza di essere super controllate sia dal punto di vista dell’equipaggiamento che della manutenzione. Su un tragitto di molti chilometri infatti, una barella più confortevole e ammortizzata di un’altra, può fare la differenza. Per quanto riguarda i costi le tariffe sono quasi sempre stabilite in base ai chilometri, tenendo conto sia dell’andata che del ritorno. Il prezzo può variare a seconda della presenza di tratti autostradali, anche se vi sono esenzioni per particolari tipologie di trasporti come nel caso di: pazienti seguiti dal medico o infermiere, malati oncologici o dializzati. Chi necessita di maggiori informazioni può consultare la circolare n. 8758 del 02/10/2014, che tratta approfonditamente il tema dell’esenzione del pagamento del pedaggio.

Dotazioni ed equipaggio di un’ambulanza privata

Le dotazioni di un’ambulanza privata sono identiche a quelle di un mezzo sanitario pubblico. Sono presenti pertanto attrezzature elettromedicali, farmaci, presidi, defibrillatori, ossigeno, cucchiai (barelle), aspiratori, etc.… Nelle ambulanze in cui è prevista la presenza dell’infermiere o di un medico vi sono anche monitor cardiaci, respiratori, farmaci e kit per la gestione delle vie aeree come il laringoscopio e i tubi endotracheali. L’equipaggiamento è formato invece da: un autista e un operatore con qualifica che varia da caso a caso, in base alle richieste del cliente o alle sue necessità fisiche. La richiesta più frequente è quella di avere a bordo un infermiere, capace di intervenire in caso di emergenza. Quando invece il trasporto ha solo fine di spostamento, come nel caso di utenti che hanno subito un intervento invasivo di ortopedia ma senza presentare altre problematiche, allora è sufficiente la presenza di un soccorritore, idoneo per seguire i pazienti non critici o che necessitano solo di piccoli trattamenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.