Aspergillosi, caratteristiche e tipologie

L’aspergillosi è una malattia causata da Aspergillus, una muffa comune (un tipo di fungo) che vive all’interno e all’esterno del nostro corpo. La maggior parte delle persone respirano ogni giorno le spore di Aspergillus senza tuttavia ammalarsi. E’ però possibile che per alcune persone le cose siano molto diverse: coloro che hanno il sistema immunitario indebolito o che sono alle prese con malattie polmonari sono ad un più alto rischio di sviluppare i problemi di salute dovuti proprio all’Aspergillus.

Ci sono diversi tipi di aspergillosi. Alcuni tipi sono lievi, ma alcuni di essi sono molto gravi. Cominciamo dall’Aspergillosi broncopolmonare allergica broncopolmonare (ABPA): si tratta di un’aspergillosi che provoca infiammazione dei polmoni e alcuni sintomi allergici come la tosse e il respiro sibilante, ma non causa un’infezione.

C’è poi la sinusite allergica da Aspergillus: in questo caso, l’Aspergillosi da sinusite allergica causa l’infiammazione dei seni nasali e i tradizionali sintomi di un’infezione in tal loco, tra cui un deciso mal di testa, ma non causa un’infezione. Abbiamo poi l’Aspergilloma, chiamato anche “palla fungina”, una sorta – come suggerisce il nome – di palla di Aspergillus che cresce nei polmoni o nei seni, ma di solito non si diffonde in altre parti del corpo.

Ancora, sempre scorrendo le principali tipologie di Aspergillosi, c’è l’Aspergillosi polmonare cronica: una condizione a lungo termine (3 mesi o più) in cui l’Aspergillus può causare delle cavità nei polmoni. Nei polmoni possono essere presenti anche una o più palle fungine (aspergillomi). Ulteriormente, c’è l’Aspergillosi invasiva, una grave infezione che di solito colpisce persone che hanno indebolito il sistema immunitario, come le persone che hanno subito un trapianto d’organo o un trapianto di cellule staminali. L’aspergillosi invasiva colpisce più comunemente i polmoni, ma può anche diffondersi in altre parti del corpo.

Infine, sottolineiamo l’esistenza dell’Aspergillosi cutanea, in cui l’aspergillo entra nel corpo attraverso una lesione della pelle (per esempio, dopo un intervento chirurgico o una ferita da ustione) e provoca infezioni, di solito in persone che hanno indebolito il sistema immunitario. L’aspergillosi cutanea può verificarsi anche se l’aspergillosi invasiva si diffonde sulla pelle da qualche altra parte del corpo, come i polmoni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.