Assicurazione casalinghe 2019, cosa cambia

Nel 2019 cambiano le regole per l’assicurazione casalinghe, o – meglio – la polizza Inail contro gli infortuni domestici obbligatoria per tutti coloro che si prendono cura della propria abitazione. Ma quali sono i cambiamenti? Quali sono le variazioni che il legislatore ha indotto per quest’anno?

Iniziamo con l’evidenziare che il premio annuo, ovvero la somma che deve essere pagata per poter usufruire delle coperture suddette, è passata da 12,91 a 24 euro. Si tratta dunque di un rincaro notevole, visto e considerato che il costo della copertura assicurativa è quasi raddoppiato nell’arco di soli 12 mesi, ma a fronte del fatto che sono state allargate le maglie per ottenere l’indennizzo o la rendita vitalizia.

Di fatti, notiamo che mentre in passato il rimborso scattava solo se il danno subìto provocava invalidità permanente pari o superiore al 27%, adesso la percentuale base è stata abbassata al 16%. In aggiunta a quanto sopra la nuova assicurazione casalinghe 2019 prevede che per tutti gli infortuni che causano un’invalidità permanente tra il 6 e il 15%, l’assicurata disponga di un indennizzo una tantum di 300 euro.

Per quanto attiene la platea di assicurati, non ci sono particolari cambiamenti rispetto al passato. Pertanto, riassumiamo con questa occasione che l’assicurazione diventa obbligatoria fino al compimento di 67 anni di età, mentre resta invariata la platea degli interessati: tutti coloro tra i 18 e 67 anni, riconducendo all’interno del recinto di soggetti obbligatoriamente assicurati anche gli studenti fuori sede, i disoccupati o i cassaintegrati, che non lavorano ma svolgono attività domestiche nella propria abitazione (anche di vacanza).

Ad ogni modo, sebbene le novità siano pienamente in vigore, come spiegano dall’Inail, affinchè  diventino pienamente operative bisogna attendere un decreto del ministero dell’Economia con i dettagli. E per quegli assicurati che entro il 31 gennaio scorso hanno regolarmente pagato il vecchio premio di 12,91 euro? Stando a quanto è già stato confermato nei prossimi mesi questi contribuenti riceveranno un nuovo bollettino per l’integrazione: dovranno dunque provvedere a versare nelle casse dell’Inail la differenza tra il nuovo importo del premio (ricordiamo, pari a 24 euro) e quanto già versato.

Per poterne sapere di più vi consigliamo di consultare il sito internet dell’Inail, all’indirizzo inail.it, dove sarà possibile scaricare tutto il materiale informativo su questo provvedimento, e assumere tutte le informazioni più utili sulla possibilità di poter usufruire delle prestazioni che sono state riconosciute dalla normativa. Per casi più specifici, sarà anche possibile contattare la sede Inail più vicino al proprio domicilio, e quella territorialmente competente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.