Assicurazioni, quanto sarà grave l’impatto da coronavirus?

I Lloyd’s di Londra hanno detto giovedì mattina che si aspettano che le perdite legate al coronavirus per il settore assicurativo siano le maggiori mai riscontrate fino ad oggi.

Il mercato assicurativo e riassicurativo britannico ha previsto che i propri sinistri di Covid-19 casualty and property (C&P) potrebbero raggiungere i 4,3 miliardi di dollari al 30 giugno, e ha avvertito che questo potrebbe aumentare ulteriormente se la pandemia continuerà per un altro trimestre.

In un più ampio rapporto di valutazione economica sull’impatto di Covid-19 per il settore assicurativo danni, i Lloyd’s hanno stimato che le perdite assicurative del 2020 coperte dal settore raggiungeranno i 107 miliardi di dollari.

“Inoltre, a differenza di altri eventi, il settore subirà anche cali nei portafogli di investimento per un valore stimato di 96 miliardi di dollari, portando la perdita totale prevista per il settore assicurativo a 203 miliardi di dollari”, ha aggiunto il rapporto.

Il CEO John Neal ha dichiarato giovedì alla CNBC che qualsiasi forma di blocco che si estenda oltre il secondo trimestre comporterebbe probabilmente un aumento delle richieste di risarcimento tra 1 e 2 miliardi di dollari, oltre alla stima attuale di 4,3 miliardi di dollari.

In realtà non credo che conosceremo l’intero costo di Covid-19 forse per un massimo di due anni”, ha detto Neal alla CNBC “Street Signs Europe”. Accanto alle proiezioni sull’impatto sugli assicuratori, i Lloyd’s di Londra hanno esposto una serie di idee su come potrebbero svolgere un ruolo attivo nella ripresa.

Neal ha detto di essere preoccupato che, poiché gli assicuratori sentono la tensione, “il rischio è che comprino meno assicurazioni in un momento in cui dovrebbero probabilmente pensare di comprarne di più”.

La riassicurazione è il processo mediante il quale gli assicuratori accettano di trasferire parti del loro portafoglio rischi ad altri assicuratori per ridurre la possibilità di pagare una somma elevata a seguito di un evento di sinistro assicurativo. “Quindi, al momento, siamo coinvolti nell’assicurare le sperimentazioni cliniche per il vaccino, quindi ci sono oltre 70 sperimentazioni in corso mentre parliamo, fino alle idee per dire ‘come risolviamo la seconda ondata della pandemia?” – ha aggiunto.

L’assicuratore svizzero Zurich, intanto, giovedì mattina ha prenotato 280 milioni di dollari in risarcimenti C&P per il primo trimestre, e prevede che i risarcimenti C&P saliranno a 750 milioni di dollari nel 2020…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.