Auto usate con pagamento immediato: come funzionano le formule compro auto

pexels-mike-120049Da alcuni anni anche in Italia vari concessionari propongono la formula “compro auto”. Si tratta di un’opportunità rivolta a coloro che intendono vendere l’auto usata che possiedono, senza però sostituirla con un altro modello. O almeno, non intendono scegliere subito un’altra auto, di seconda mano o nuova a seconda dei casi. Il concessionario in queste situazioni si offre di ritirare l’auto, pagandola subito per il corretto valore di mercato. Il cliente deciderà in seguito cosa fare con il contatto ottenuto, se utilizzarlo come acconto per un’auto nuova, o anche se usarlo per pagare altre tipologie di spese.

Come funziona

Tutte le fasi
I concessionari che ritirano auto usate

Approfittare di questa formula è molto semplice, il primo passo sta nel trovare un concessionario che la proponga. Ad esempio a questo sito www.burniautomobili.it/acquisto-auto/ è possibile trovare un concessionario che ritira l’usato in modo molto semplice, infatti é sufficiente contattare il servizio clienti al telefono, oppure inviare una e-mail, compilando i campi disponibili nel form di richiesta informazioni che si trova a disposizione nella pagina di servizio, così da poter ricevere una prima stima di massima per il mezzo che si sta proponendo, oltre a richiedere un appuntamento. In tale occasione un perito controllerà l’auto del cliente, per verificarne lo stato di conservazione: più l’auto è in ottimo stato, senza segni sulla carrozzeria o parti usurate e con pochi chilometri alle spalle, e più il valore di massima potrebbe aumentare. Al termine della perizia il cliente ottiene una stima dell’effettivo valore dell’auto di seconda mano che sta proponendo. Se l’accetta può lasciare subito l’auto al concessionario, che pagherà quanto pattuito. Il tutto quindi si svolge rapidamente e in pochi passaggi.

La burocrazia

Di cosa si deve occupare il cliente
Di cosa si deve occupare il concessionario

Tutte le questioni burocratiche correlate al cambio di proprietario dell’auto sono a completo carico del concessionario: sia dal punto di vista economico che da quello pratico. Quindi il cliente non deve fare altro che portare la propria auto alla concessionaria e ricevere il prezzo pattuito. Otterrà così una ricevuta in cui si dichiara che l’auto non è più di sua proprietà; non dovrà quindi più preoccuparsi di nulla. Sarà il concessionario a occuparsi di eventuali cambi di proprietà, bolli e assicurazioni per tutti gli anni a venire. Una vera comodità che consente di ottenere denaro sonante dalla vecchia auto; soprattutto se si considera che la proposta commerciale è sempre molto interessante.

Gli italiani e l’usato

Un mercato in costante crescita
I vantaggi di internet

Quella dei prodotti usati è una vera e propria parte a sé stante dell’economica. In Italia l’intero mercato dell’usato valeva nel 2018 oltre 23 miliardi di euro e questa cifra è stata in constante crescita negli ultimi anni. Non stiamo parlando solo del mercato delle auto di seconda mano, ma dell’usato in senso lato. Si tratta di oltre 1 punto percentuale del PIL nazionale e coinvolge automobili certo, ma anche mobili, prodotti di elettronica, abbigliamento, oggettistica, attrezzature sportive e utensili per hobby. Già nel 2018 oltre il 40% delle vendite di oggetti usati avveniva online. Nel corso degli ultimi anni questa percentuale è molto aumentata, grazie anche alla semplicità nell’utilizzo degli strumenti disponibili in rete.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.