Come battere la concorrenza?

Il polmone di un’azienda è la capacità di battere la concorrenza, questo è indubbio. Conoscere il nemico è importante, come è anche importante individuare la concorrenza. E’ assolutamente una delle prime mosse che deve fare chi voglia diventare imprenditore per riuscire a scalzare i competitor e assicurarsi la propria fetta di mercato. Ma come fare per essere i primi in un determinato settore? Vi sono alcuni elementi da considerare…

L’area di azione, piccola o grande che sia, deve essere analizzata a fondo in tutti i suoi molteplici aspetti e in merito alla tematica della concorrenza. Trovare i suoi punti di forza e di debolezza attraverso delle analisi specifiche è un modus operandi che dà i suoi frutti in termini pratici. Ci vengono in aiuto in questo tipo di operazioni dei valori che possiamo recuperare dal web, dove spesso le aziende hanno una presenza relativa ad una pagina social o al sito/blog.

E’ anche necessario comprendere se il nostro prodotto o i nostri servizi sono concorrenziali sul mercato nel quale vogliamo immetterci, quindi prevedere se esistono delle possibilità di successo e di proseguire, nel tempo, l’attività intrapresa.

Per conoscere bene la concorrenza, è importante approfondire diversi elementi:

  • chi sono e quali saranno i concorrenti?
  • quali mercati hanno saputo conquistare?
  • quali prezzi applicano per le loro prestazioni e/o prodotti?
  • che vantaggi competitivi hanno?
  • quali sono i loro fornitori?
  • quale è il raggio d’azione?
  • quali sono i loro punti di forza e di debolezza?
  • in quale tipo di pubblicità hanno investito?
  • da quanto tempo sono nel mercato e quanta esperienza vantano?
  • attraverso quali canali distribuiscono i loro prodotti?


Conoscere le dinamiche del settore in cui ci si muove, e dove abbiamo già dei competitor, è necessario in qualità di neo-imprenditori per conoscere tutti gli aspetti della categoria commerciale di nostro interesse.

E’ importante delineare bene il proprio rivale anche in merito all’analisi di marketing che potremo pianificare, considerando che alcune forme di pubblicità dovranno essere progettate in base alla presenza sul territorio di realtà simili alla nostra.

Se volessimo intraprendere una campagna di volantinaggio in una zona di Torino dove siamo presenti con la nostra pizzeria, e pochi metri dopo vi fosse un’altra pizzeria, dovremmo tener conto di tutte le variabili del caso, valutando come e dove concentrare la nostra promozione attraverso questo mezzo.

La valutazione di alcuni fattori legati alla demografia e alla geografia sono fondamentali nella gestione della pubblicità territoriale. I dettagli sul volantinaggio e su come organizzarlo per ottenere dei risultati potete trovarli alla pagina: http://www.torinovolantinaggio.it.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.