Cannabis legale: cos’è e dove si acquista

Da poco più di un anno anche in Italia è disponibile la cosiddetta cannabis Light. Si tratta di cannabis, chiamata comunemente Marijuana, che però viene commercializzata in modo del tutto legale. Come questo sia possibile è una questione che riguarda le qualità intrinseche a questa erba e le particolari varietà che sono legalmente vendibili nel nostro Paese.

Cos’è la cannabis light

La marijuana legale viene prodotta utilizzando piante di particolari varietà di cannabis, dette appunto light. Stiamo parlando di varietà selezionate in quanto contengono buone quantità di cannabinoidi, ma al di sotto dei termini di legge per quanto riguarda le sostanze psicoattive.

Nella marijuana infatti, anche in quella illegale, sono presenti vari cannabinoidi, tra i quali solo uno, il THC, ha effetto psicotropo. Gli altri cannabinoidi invece non hanno effetto psicoattivo, quindi non vanno ad intaccare la facoltà intellettive del soggetto che li ingerisce. In particolare nella cannabis light il THC è completamente assente, o presente in percentuali bassissime, al di sotto dello 0,2/0,3 %, mantenendosi quindi entro i termini indicati dalla legge. Nella pianta è però presente un buon tenore di CBD, noto anche come cannabidiolo, un cannabinoide non psicoattivo, che ha però numerose proprietà.

La cannabis light: dove comprarla

Oggi questo prodotto è disponibile anche presso alcuni tabaccai, così come in negozi specializzati. Ad esempio sul sito smartjoint24 sono presenti infiorescenze essiccate, alimenti preparati con farina di cannabis light e anche piccole talee, per coltivare le piante direttamente in casa, o sul terrazzo. Stiamo parlando di prodotti completamente legali, che si possono conservare per collezione, o anche utilizzare in vari modi; in commercio infatti troviamo anche numerosi prodotti a base di cannabis, come ad esempio oli cosmetici o preparati con farina o semi. Chiaramente se si decide di coltivare sul terrazzo una piantina di canapa è sempre bene tutelarsi, nel senso che, per evitare disguidi, ogni volta che si acquista un prodotto a base di cannabis è consigliabile conservare lo scontrino e la confezione, in modo da poter provare che si tratta di un prodotto del tutto legale.

I vantaggi del CBD

Il cannabidiolo è una sostanza che può avere notevoli effetti sul nostro organismo, utilizzata anche a scopi terapeutici. Ovviamente la marijuana terapeutica non è lo stesso prodotto rispetto alla cannabis light, infatti può essere venduta solo a pazienti in cura presso un medico che fornisce loro la documentazione necessaria all’acquisto. In ogni caso il CBD presente nella cannabis light ha effetti non psicoattivi, quindi non porta allo sballo, ma può essere utilizzato come antidolorifico, miorilassante, sedativo, anticonvulsivante. Nella cannabis terapeutica proprio le alte concentrazioni di CBD sono utilizzate per limitare i sintomi dovuti all’epilessia, per stimolare la concentrazione e l’appetito, per diminuire gli stati dolorosi e abbassare i livelli di ansia. Stiamo parlando quindi di una sostanza che può avere molteplici effetti positivi sul nostro organismo. Ovviamente poi ogni soggetto risponde in modo diverso all’utilizzo di questo tipo di sostanze, è quindi importante evitare il sovradosaggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.