Come gestire una relazione tossica

Una relazione tossica può essere una potente fonte di ansia. Non deve nemmeno essere una relazione romantica. Alcune di esse si possono evitare tagliando i contatti con alcune persone per sentirsi sollevati. Tuttavia, ci sono alcune persone da cui semplicemente non ci si può staccare, che si tratti di partner romantici o di tua suocera.

Il primo passo che devi fare è accettare la situazione ineluttabile. Quando le tue opzioni sono limitate, non puoi ottenere sollievo evitando, e l’accettazione porta a una diminuzione dell’ansia. Si può essere tentati di essere ostili verso quella persona, ma non sarà d’aiuto. Invece, aggiungerà solo preoccupazioni e stress. A questo punto, la tua unica alternativa è gestire la tua ansia ammettendo a te stesso che potresti non essere mai in grado di andare d’accordo con quella persona. Inoltre, puoi tentare di ignorarlo completamente non andando mai a passare del tempo insieme e ignorando qualsiasi contatto. Tuttavia, nessuna di queste tattiche di solito funziona.

La resistenza può aiutare a breve termine, ma continuerà a generare ansia e stress perché la persona tossica sa come entrare nella tua pelle e approfittarsi di te. Accetta che questa relazione è difficile e ti mette alla prova, ma fai del tuo meglio per migliorarla. Questo non significa che devi arrenderti completamente. Accettare la tua situazione ti permetterà nuove possibilità e nuove opzioni invece di punirti ripetutamente.

Prendi nota del fatto che devi essere consapevole che non sei responsabile delle emozioni e delle reazioni di nessun altro perché il processo di accettazione prenda piede. Il comportamento tossico spesso fa sì che le persone ti incolpino della loro situazione e dei loro sentimenti. Non accettare nulla di tutto ciò, poiché non siete tu la ragione della loro sofferenza. Hanno bisogno di assumersi la responsabilità dei loro pensieri e delle loro azioni invece di incolpare gli altri.

Il secondo passo è dire la verità. Se una relazione tossica sta creando stress, spesso si mente per evitare il conflitto, il che causa ancora più ansia. Il problema è che quando si mente a una persona del genere, la si abilita e si diventa parzialmente responsabili della realtà che crea, portando all’ambiente tossico che la circonda.

Per esempio, diciamo che non avete intenzionalmente invitato la persona problematica al tuo compleanno. Quando vi confrontano, potreste essere tentati di dire che avete mandato un invito ma hai usato l’indirizzo sbagliato, o che è finito nella cartella dello spam. Mentire non è facile, specialmente se sei una persona ansiosa. La gente se ne accorge, specialmente se tendi a giustificarti abbastanza spesso. Invece di mentire, dovresti dire la verità e la vera verità. Questo significa che non dovresti usare una scusa. Basta dire che ti mettono a disagio ed estremamente ansioso, ed è per questo che non li hai invitati. Dire la verità può essere difficile e anche doloroso perché colpisce gli altri. Ci vuole molto coraggio e una volta superata l’esperienza, proverete un potente senso di sollievo. Alla fine, è meglio togliersi qualcosa dallo stomaco invece di portarselo dietro!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.