Come scegliere i mobili per la cucina

Predisporre i mobili della cucina e scegliere quelli che preferiamo non è un’operazione semplice. Il primo passo da fare consiste nel selezionare un’azienda in grado di offrirci tutto ciò che desideriamo, senza dover acquistare alcuni prodotti in altri luoghi. Questo ci consente di fare una scelta maggiormente organica e magari anche di ottenere un disegno 3D della cucina finita, ancor prima di ordinarla.

Le caratteristiche dei mobili della cucina

I mobili della cucina sono tra i più importanti della casa, visto che li si utilizza quotidianamente, anche solo per prepararsi la colazione. Dovranno quindi essere belli, seguendo i nostri personali gusti in fatto estetico, ma anche funzionali. Questo riguarda sia la distribuzione nello spazio dei vari elementi che servono in cucina, come ad esempio il frigorifero, il forno o il lavello, ma anche le nostre caratteristiche personali. C’è chi preferisce avere a disposizione una grande lavastoviglie e un lavello di dimensioni ridotte, chi è particolarmente alto e necessita di un piano di lavoro posizionato a più di 70 cm di altezza, chi ancora desidera due forni, o un singolo forno molto grande. Ognuno ha le sue esigenze caratteristiche che riguarda l’altezza o la praticità di un elemento o di un elettrodomestico. Visto che tutte queste componenti dovranno essere posizionate in cucina, consideriamole sin dal primo momento, prima di cominciare a fare delle scelte importanti.

Una cucina su misura

Un altro elemento fondamentale nel momento in cui si scelgono i mobili della cucina riguarda lo spazio che si ha a disposizione. Stiamo parlando di un elemento altamente variabile: c’è chi deve inserire un piccolo angolo cottura in una minuscola stanza e chi invece ha a disposizione ambienti ampi vari metri quadrati, completamente da arredare. Spesso si hanno poi rientranze nella muratura, pareti non perfettamente lineari, zona in cui si vorrebbe inserire una finestra e così via. Conviene in genere contattare un’azienda che si occupa di cucine su misura, come ad esempio www.minicucine.com; questo ci consentirà di sfruttare tutto lo spazio a disposizione in modo perfetto, senza dover rinunciare alla soluzione che preferiamo per questioni di spazio. Molte aziende infatti propongono basi e pensili di misure standard, e non vedono di buon occhio le modifiche.

Cosa serve in cucina

Personalizzazioni e gusti personale a parte, ci sono degli elementi della cucina che sono da considerare indispensabili. Stiamo parlando del forno, del frigorifero, del lavello e dei fornelli; importante è anche il piano di lavoro, che deve essere di minimo 50 cm, per poi allargarsi fino a più di 2-3 metri, a seconda delle situazioni. Altri elementi sono invece opzionali, come ad esempio la lavastoviglie, il forno a microonde o i pensili. Chiaramente ognuno di questi elementi della cucina ha le sue peculiarità e svolge specifiche funzioni, cosa che ci può portare ad aggiungere qualcosa anche se in effetti non ci piace. Ad esempio c’è chi non ama i pensili, ma ne posiziona almeno alcuni in cucina per poter sfruttare lo spazio anche in altezza, non solo in larghezza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.