Cos’è la respirazione anaerobica e quella aerobica

Molto spesso si sente parlare di respirazione anaerobica e aerobica. Ma che cosa si intende?

Cominciamo con il ricordare come avviene la respirazione anaerobica. Per far ciò, immagina di fare uno sprint di 100 metri. Hai bisogno di trasferire energia dal glucosio ai tuoi muscoli molto velocemente. Tuttavia, il tuo corpo non può far arrivare l’ossigeno ai muscoli abbastanza velocemente da consentire la respirazione aerobica. Questo è il motivo per cui avviene la respirazione anaerobica.

Nella respirazione anaerobica, il glucosio si decompone senza ossigeno. La reazione chimica trasferisce l’energia dal glucosio alla cellula. La respirazione anaerobica produce acido lattico, piuttosto che anidride carbonica e acqua. E, purtroppo questo può portare a dolorosi crampi muscolari.

Ricorda infatti che gli esseri viventi hanno bisogno di energia per tutto ciò che fanno, compresa la crescita e la riproduzione. E ricorda anche che questa energia proviene dal glucosio. Tutti gli animali e gli esseri umani ottengono il glucosio mangiandolo, mentre le piante devono produrre il proprio glucosio durante la fotosintesi.

Le piante e gli animali trasportano il glucosio e l’ossigeno a piccole strutture nelle loro cellule, chiamate mitocondri. Qui, il glucosio e l’ossigeno prendono parte ad una reazione chimica. La reazione è chiamata respirazione aerobica e produce energia che viene trasferita alle cellule.

A sua volta, la respirazione aerobica produce due prodotti di scarto con i quali hai sicuramente già confidenza: si tratta infatti dell’anidride carbonica e dell’acqua. Gli animali e gli esseri umani rimuovono l’anidride carbonica dal loro corpo quando espirano. Di giorno, le piante usano parte di questa anidride carbonica per la fotosintesi. Di notte, rilasciano l’anidride carbonica nell’ambiente circostante.

Speriamo che queste brevi informazioni possano esserti state utili per poter migliorare la conoscenza di questi temi così importanti. Torneremo su di essi nelle prossime settimane con qualche altro articolo che ti consigliamo di non perdere!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.