Cosmetici: prodotti all’avanguardia, sempre

cosmeticiSono tantissime le marche di cosmetici oggi disponibili sul mercato, si va dalle piccole aziende a gestione familiare, fino alle grandi marche, quelle note a tutti grazie alle pubblicità su tutti i media. MA quando acquistiamo un cosmetico, siamo a conoscenza di tutti gli studi che stanno alle spalle della preparazione di un prodotto? Si, perché, anche quando acquistiamo una banale crema idratante stiamo aiutando a finanziare la ricerca in questo settore, che è in costante corsa verso principi attività sempre più funzionali e di ottima qualità.

Chi fa cosa

Buona parte dei cosmetici delle grandi marche provengono dai laboratori delle marche stesse; aziende di grandi dimensioni infatti si possono permettere ampi laboratori di ricerca che non solo preparano periodicamente nuovi ritrovati, ma che si preoccupano anche di verificare che ogni prodotto sia conforme alle richieste di legge. Se invece preferiamo i prodotti cosiddetti “artigianali” dobbiamo sempre ricordarci che non è possibile preparare un cosmetico nella cucina di casa, o in un minuscolo laboratorio. Questi prodotti infatti devono sottostare ad una serie di regolamenti che ci garantiscono che qualsiasi sia la nostra scelta non porteremo mai a casa una sostanza contaminata con qualche organismo patogeno, o che possa ammuffire rapidamente o prodotta senza le corrette esigenze sanitarie. Questo perché moltissime piccole aziende si rivolgono a coloro che producono cosmetici conto terzi. Si tratta di aziende totalmente dedicate alla produzione di cosmetici, a volte anche di dispositivi sanitari, per altre ditte; a volte tali aziende si occupano solo dei prodotti di nicchia, come ad esempio i cosmetici per vegani o quelli per persone con particolari intolleranze; in altri casi preparano materie prime per cosmetici che entrano poi in prodotti delle aziende più grandi e rinomate.

I laboratori migliori

I laboratori che studiano nuovi cosmetici in questo modo possono ottenere ottimi prodotti, anche nel caso in cui si tratti di piccole aziende. Chi produce conto terzi infatti ha in genere un proprio laboratori, che effettua sia la ricerca e sviluppo di nuovi cosmetici, sia i controlli sui prodotti preparati quotidianamente. In questo modo anche un piccolo artigiano può usufruire delle migliori materie prime o di prodotti ad elevata qualità, frutto delle ricerche dei migliori laboratori. Le migliori formulazioni specifiche, i prodotti all’avanguardia, ottenuti utilizzando particolari metodi di veicolazione o principi attivi più particolari, entrano così anche nei cataloghi dei produttori da mercatino, quelli che hanno produzioni minime, magari ottenute tramite materie prime da essi stessi coltivate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.