Distributori di aria pulita: in Cina è già emergenza

distributori-ariaLa Cina vanta sicuramente un primato negativo: l’aria, nella maggior parte dei paesi e delle città e troppo inquinata. Per far fronte a questo inconveniente, sono stati attivati numerose proposte, ma ben poche sono andate in porto. Quello che, invece, è stato fatto recentemente sta ottenendo un enorme successo: sono stati installati dei veri e propri distributori di aria pulita.

Secondo una recente ricerca, sono stati valutati solo 3 delle 74 principali città della Cina riescono a mantenere un livello di inquinamento “a norma”. Tuttavia, il resto del paese è totalmente invaso da fumi nocivi, e la gente è ormai abituata ad uscire di casa munita di mascherine. Per ovviare a questo problema, nella città di Zhengzhou sono stati attivati dei veri e propri distributori di aria pulita.

Si tratta di veri e propri raccoglitori di aria pulita, prelevata dal monte Laojun. In dettaglio, l’aria in questione è stata presa da una vallata incontaminata, e trasportata in città: qui le persone si mettono in fila e, secondo un periodo di tempo ben stabilito, respirano per brevi momenti aria pulita.

L’iniziativa, seppur assurda agli occhi degli estranei, sta avendo un enorme successo e la fila di persone che aspetta per respirare aria pulita si fa sempre più lunga. Purtroppo, questo tipo di iniziativa per il momento sembra destinata a rimanere isolata: il livello di inquinamento, infatti, sta raggiungendo soglie più che elevate, e l’autorità competente non è più in grado di sostenere questa situazione.

Chissà mai che anche le altre città interessate possano essere dotate di un distributore simile: in fondo, soprattutto per gli anziani, una boccata di aria pulita non può che rinfrescare i polmoni già duramente provati da stress e fumi nocivi.

Per il momento, il Governo tace sul possibile sviluppo di questa lodevole iniziativa. La fila, nel frattempo, a ZhengZhou diventa sempre più lunga: chi ha respirato l’aria pulita ha ammesso di aver sentito subito i vantaggi…e la differenza rispetto all’aria della propria città!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.