I 4 componenti fondamentali per fare l’upgrade al vecchio PC

6 artiom-vallat-H-qqp_Eqaww-unsplashCome Processore, Memoria RAM, Scheda video e hard disk aggiornati possono ridare vita al tuo computer

Se il tuo pc è stato acquistato diversi anni fa e pensi che abbia ancora tutte le caratteristiche per continuare a funzionare bene ed esserti  utile, la soluzione è a portata di mano: l’upgrade. Non tutti infatti hanno le risorse economiche o sentono il bisogno di dare via il vecchio computer solo perché la tecnologia fa passi da gigante. Anche se un pc è vecchio è possibile che sia ancora valido proprio perché le sue caratteristiche inizialmente erano avanzate e predisposte per un prossimo upgrade dell’hardware.

Perché sostituire il nostro computer se possiamo ottenere un ottimo rendimento aggiornando l’hardware? L’investimento maggiore, se scegliamo di aggiornare i componenti interni è più in termini di tempo, nello specifico nella fase di ricerca delle parti più in linea con le nostre necessità professionali o ludiche. Da un punto di vista economico un aggiornamento dei componenti ha dei costi notevolmente vantaggiosi soprattutto se consideriamo che acquistare un nuovo computer è senza dubbio più costoso.

Per evitare dispersioni di tempo e denaro, vanno analizzate le possibili combinazioni delle parti hardware. Mantenendo saldo il principio secondo cui l’obiettivo finale è di ottenere dal nostro computer le massime prestazioni relativamente alle applicazioni da utilizzare. Vi consigliamo alcuni punti da valutare attentamente nel momento in cui decidiamo di affrontare la sostituzione dei vari elementi.

Come funziona per il Processore? Su un pc molto vecchio, la CPU si trova su un alloggiamento dove viene inserito il processore chiamato socket, i grandi produttori, consigliano di sostituirlo con modelli più potenti e compatibili.

Con un processore migliore si potrà procedere con l’aggiornamento della CPU, nel caso in cui non si voglia spendere troppo per sostituire scheda madre e RAM si possono trovare delle CPU d’occasione, l’importante e mantenere la compatibilità con la scheda madre. Il risultato sulla prestazione di giochi, programmi di editing e altre  applicazioni sarà comunque ottimale.

Per rendere più operativo il pc è necessario anche aumentare la memoria RAM.  Questo perché se la memoria RAM ad esempio è di soli 2GB, il sistema operativo ne risente in termini di velocità, condizionando anche il rendimento di app e game.

I passaggi da seguire sono:

-Individuare una memoria compatibile con la scheda madre.
-Espanderla con altri moduli DDR4, DDR3, DDR2, controllando attentamente che i nuovi moduli siano della stessa marca di quelli presenti sulla nostra scheda madre.

La Scheda video determina la grafica di un pc.   Le qualità di una scheda video sono fondamentali per gli amanti dei giochi o per i professionisti dei montaggio video, attenzione però a non dare per scontato che l’installazione sul pc di una scheda video aggiornata possa rendere immediatamente il proprio computer graficamente eccezionale.

E’ necessario valutare con attenzione le prestazioni dell’alimentatore:
-Molto spesso capita che un alimentatore di vecchia  generazione non abbia il voltaggio adeguato per alimentare una scheda video di nuova generazione.

-Oltre questi aspetti, vanno considerate le dimensioni dello spazio dove la nuova scheda verrà installata. Domandati inoltre se il tuo case è adatto ad ospitare correttamente la scheda madre e tutte le altre periferiche e se al suo interno circoli correttamente l’aria che deve mantenere stabile la temperatura di tutte i componenti hardware.


Vuoi velocizzare il tuo sistema operativo?
Rendi rapido il caricamento di app e programmi cambiando l’hard disk con un SSD dei brand più importanti di questa nicchia di mercato. Attenzione a considerare che trattandosi di un vecchio computer potrebbero non essere presenti le porte SATA3 con supporto al SATA2 o SATA1 per la scheda madre. Facciamo qualche esempio per chiarire quanto appena detto in termini pratici:

Se installi un SSD SATA3 su una scheda madre dotata di SATA2, 3Gb/s fino a 300 MB/s, o 1, 1.5 Gb/s con velocità fino a 150 MB/s, il computer è molto probabile che non dia buoni risultati. Il massimo della velocità che si ottiene unendo una scheda madre di vecchia generazione ad un disco fisso SATA 3 con 6 Gb/s è di 300 MB/s e non di 550 MB/s. Bisogna informarsi bene eupg controllare la data di produzione e le caratterische delle porte SATA della nostra scheda madre, perchè se non dovesse essere del tutto compatibile  verrebbero compromesse le performance del nuovo disco rigido.

In sintesi è importante non confondere un computer datato con uno “andato”. E’ possibile dare una seconda vita al pc considerando i 4 componenti sopra elencati, senza spendere cifre eccessive evitando di ricomprare un nuovo computer.  CPU, RAM e scheda grafica ne determinano le buone prestazioni, l’SSD la velocità nel caricamento.

Il consiglio finale tuttavia è di affidarsi a degli esperti che ci sappiano consigliare e guidare nella scelta dei componenti giusti e adatti alle nostre esigenze e che siano in grado di installare tutto correttamente stando certi del risultato e delle performance del nostro computer rimesso a nuovo.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.