Cosa sono i Climatizzatori a Pompa di Calore e i loro Vantaggi

 

montaggio condizionatoriCosa sono le pompe di calore? Quando si parla di pompe di calore si parla di sistemi termini in grado di climatizzare un’abitazione, sia nel periodo estivo che in quello invernale, che funzionano ad energia elettrica.

Tali climatizzatori a pompa di calore permettono di trasmettere il calore da una fonte calda ad una fredda e viceversa come in un frigorifero. Infatti, nella pompa di calore il flusso di energia termica (calore) viene spinto dalla differenza di pressione che viene generata da un’unità compressore.

Quando la pressione generata è alta, il fluido si condensa rilasciando il calore assorbito, mentre quando è bassa, il fluido refrigerante và ad evaporare ed assorbire il calore. Per questo motivo, le pompe di calore sono in grado sia di raffreddare l’ambiente, nel caso di refrigeratori e condizionatori, sia di riscaldarlo.

La pompe di calore sono di vari tipi e variano a secondo di quale sia la fonte da cui il calore viene prelevato (acqua, aria o terreno) ed in base al metodo di scambio di energia termica (acqua o aria).

In genere, le pompe di calore maggiormente diffuse sono quelle che prelevano il calore dall’aria.

Le pompe di calore sono così suddivise dal Gruppo Italiano Pompe di Calore:

  1. Pompe di calore aria – aria: si tratta di sistemi monoblocco o split che sono composti da un’unità esterna che và a scambiare calore con l’aria esterna per poi trasportarlo negli ambienti in cui sono istallati uno o più diffusori interni, attraverso le tubazioni del refrigerante.
  2. Pompe di calore aria – acqua: si tratta di sistemi idronici, più comunemente noti con il nome di refrigeratori d’acqua a pompa di calore che hanno come sorgente esterna l’aria. Questi refrigeratori permettono di riscaldare o raffreddare l’acqua contenuta in un circuito idronico che trasporta il calore nei vari terminali presenti nell’ambiente da climatizzare.
  3. Pompe di calore acqua – acqua: questo tipo di pompe vanno a sfruttare il calore contenuto nell’acqua come quella dei fiumi, dei laghi, del mare o di una falda acquifera. Il calore viene, quindi, prelevato dall’acqua esterna e poi trasferito in un impianto interno fino ad arrivare ai terminali posti nell’ambiente da climatizzare.
  4. Pompe di calore suolo – acqua: queste pompe sfruttano il calore geotermico del suolo attraverso collettori di scambio di calore orizzontali o verticali per climatizzare l’ambiente. In pratica, il calore viene prelevato dal terreno e trasferito in un impianto idronico fino ad arrivare ai terminali istallati nell’ambiente da climatizzare.
  5. Tenete presenti che le pompe di calore sono molto efficienti, infatti, richiedono solo il 25% di gas o energia elettrica per andare a generare un’energia termica per il riscaldamento o il raffreddamento pari al 100%.

Ma, il vantaggio delle pompe di calore rispetto agli impianti di riscaldamento tradizionali non sono solo a livello energetico, ma permettono anche di avere con un unico impianto sia una climatizzazione invernale e quindi un riscaldamento, sia una climatizzazione estiva e quindi un condizionamento. Questo grazia alla presenza di un circuito reversibile che permette proprio sia di riscaldare che di raffreddare un ambiente.

Per quanto riguarda la spesa per avere delle pompe di calore si deve tenere presente che essa varia a secondo della tipologia dell’impianto scelto, ma grossomodo si può dire che per istallare una pompa di calore a ciclo annuale è necessario circa il 20% in più rispetto ad una normale istallazione di una caldaia o condizionatore.

Molti potrebbero pensare, per via del prezzo, che non sia conveniente istallare le pompe di calore, ma la spesa verrà ammortizzata in 3 o 4 anni, dopodiché si avrà un notevole risparmio sui costi e quindi ne sarà valsa la pena.

Inoltre, istallare pompe di calore conviene perché è sempre possibile usufruire di incentivi per il risparmio e l’efficienza energetica, tra cui non mancano forti agevolazioni fiscali per il risparmio energetico e titoli di efficienza energetica (TEE) che sono noti come Certificati Bianchi.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.