I quarti dei Mondiali parlano latino

 

colombiaLa Colombia sogna in grande. Dopo aver eliminato l’Uruguay, conquistando la prima storica qualificazione per i quarti di finale della Coppa del Mondo, i “cafeteros” non si vogliono fermare neanche di fronte al Brasile e gli allibratori delle scommesse sui Mondiali betfair danno loro ragione.

Il blasone porta a pensare ad una partita dall’esito scontato a favore dei verdeoro, ma i numeri di questo mondiale dicono il contrario: per la Colombia 4 vittorie in 4 partite, 11 gol fatti e 2 subiti con il capocannoniere del Mondiale, James Rodriguez, a quota 5; di contro il Brasile ha 2 pareggi e 2 vittorie 8 gol fatti e 3 subiti.

I numeri di questo mondiale dicono che la squadra di Pekerman è una delle migliori squadre viste nel torneo. E manca pure un certo Radamel Falcao, l’attaccante punta di diamante che forse (o forse no) avrebbe reso ancora più efficace il gioco dei colombiani. “Non abbiamo mai pensato che era finita senza Falcao – ha dichiarato Mario Yepes– certamente ci siamo indeboliti perché è un giocatore molto importante per noi e che ha fatto tanti gol. Ma mancava anche Perea e altri giocatori, quindi è venuto fuori un grande gruppo”.

La squadra però ha subito ovviato al problema trovando un nuovo leader: James Rodriguez, ormai fenomeno internazionale capace di trascinare a suon di gol la Nazionale fino ai quarti di finale. Un giovane pieno di passione, energia e talento. Prende in mano la squadra, trascina i compagni fino ai quarti di finale e diventa il nuovo eroe Mondiale, capace di mostrare soprattutto una profonda serietà in allenamento. E la strada davanti a lui è spianata. Non è un caso che James venga inserito dagli analisti di scommesse sul calcio online tra i prossimi pezzi forti del mercato.

Il Brasile di Neymar è avvertito. Gli uomini di Scolari dovranno sfoderare una prestazione ben superiore rispetto a quelle mostrate fino ad ora. Non ci sarà di nuovo Julio Cesar a salvare la baracca se i brasiliani ripeteranno la gara contro il Cile.

Un’altra favola, un’altra prima volta nella top eight del mondiale. La Costa Rica è entrata nella storia: grazie alla vittoria 6-4 contro la Grecia dopo i calci di rigore all’Arena Pernambuco di Recife, i Ticos si qualificano per la prima volta ai quarti di finale di un Mondiale.

Sabato prossimo a Salvador sfideranno l’Olanda di Van Gaal, Robben e Van Persie, che, nell’altro ottavo, ha sconfitto il Messico 2-1 in un match vinto all’ultimo respiro grazie ad una serpentina di Robben che ha conquistato il calcio di rigore decisivo realizzato da Huntelaar.

L’Olanda sembra una macchina perfetta, 4 vittorie su 4 partite con ben 12 gol fatti e 4 subiti (mediamente quindi vince sempre 3-1), un Robben in gran spolvero, Van Persie una realtà ed ora si è sbloccato anche Snejder.

Gli Orange partono favoriti, ma possiamo tranquillamente dire che i quarti sono solo una tappa: ormai si candidano per la vittoria finale. La Costa Rica invece, è una squadra rocciosa, con pochi gol realizzati (5), ma solo 2 subiti e considerando che ha incontrato Uruguay, Italia e Inghilterra non è niente male. Battendo la Grecia è diventata la ammazza europee. Ora ci proverà contro l’Olanda, basando la loro tattica sulla difesa e il contropiede, affidandosi allo straordinario portiere Navas, grande protagonista dell’ottavo di finale contro la Grecia, all’estro di Cambpell e alla guida carismatica del capitano Ruiz.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.