Le guarnizioni: norme generali di montaggio

montaggio guarnizioniPer assicurare una tenuta adeguata bisogna seguire norme generali di montaggio delle guarnizioni, che vanno eseguite con scrupolosità per assicurare una tenuta eccellente.

Nonostante la maggior parte delle guarnizioni siano caratterizzate da una particolare robustezza, è essenziale montarle evitando alterazioni della struttura soprattutto ove deve essere garantita la tenuta, labbro o superficie a contatto con la parte meccanica.

La tenuta prima del montaggio deve essere integra ed è necessario controllare che non sia danneggiata da invecchiamento o sia stata conservata non osservando le normali norme di immagazzinamento.(al riparo da luce e polvere).

FASI DI MONTAGGIO:

  1. Le guarnizioni a singolo effetto devono essere montate con il labbro e il lato precaricato rivolte verso il lato della pressione.
  2. Devono essere presenti smussi di invito sulla parte meccanica minimo di 20°.
  3. La parte meccanica dove andrà alloggiata la guarnizione deve essere sbavata e dimensionata in conformità alle tolleranze fornite dal costruttore.
  4. Durate la fase di montaggio della guarnizione non vi deve essere presenza di polvere o peggio ancora di limatura di metallo.
  5. Le filettature e le cave di anelli guida e raschiatori vanno coperte per evitare che la guarnizione si danneggi passando su di esse per raggiungere il proprio alloggiamento. Bisogna porre attenzione anche a superfici ruvide.
  6. Lubrificare o porre grasso lubrificante sulle parti meccaniche, sugli alloggiamenti e sulle stesse guarnizioni, prima del montaggio delle stesse . Ponendo attenzione alla compatibilità del materiale delle guarnizioni e dei fluidi applicati.
  7. Preriscaldare le guarnizioni per procedere a un montaggio ideale, in olio o acqua calda a circa 80°C. Le tenute realizzate in PTFE dovranno essere riscaldate preferibilmente ad una temperatura compresa tra 80°c e 120°C . Quando si scaldano le guarnizioni porre attenzione al range termico che le caratterizza.
  8. I dispositivi atti al montaggio della guarnizione, devono essere di materiale elastico o non presentare spigoli vivi.
  9. Per le guarnizioni di diametro ridotto sia per stelo che per pistone si raccomanda l’utilizzo del nostro dispositivo.
  10. Le guarnizioni interamente in gommatela e a pacco si possono montare solo in sedi aperte assialmente.
  11. Capitolo a parte per guarnizioni in PTFE:

le guarnizioni in PTFE presentano la caratteristica di essere quasi prive di elasticità e per questo motivo richiedono maggiore accortezza tanto che si consiglia per le guarnizioni per stelo di diametro inferiore ai 25mm il montaggio in sedi aperte.

Per il montaggio delle tenute in PTFE+O-RING, si consiglia di inserire prima l’o-ring evitando di ritorcerlo.

Per quanto riguarda la tenuta in PTFE per pistone si consigliano i due strumenti presenti nella sezione accessori.(pinza strozza e cono allarga ptfe).

Per quanto riguarda la tenuta in PTFE per stelo si consigliano gli strumenti presenti nella sezione accessori.

Si consiglia sempre e comunque di riscaldare in olio o acqua le guarnizioni in PTFE tra 80°c e 120°C ponendo attenzione alle caratteristiche tecniche dei materiali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.