Mercato immobiliare Roma: acquisti in aumento

 

romaDi dati sull’andamento del mercato immobiliare se ne trovano in abbondanza, ma in un periodo dove questi sono sempre costantemente negativi si cerca di dare più risalto ai primi segnali di ripresa.

 

Così da un recentissimo studio effettuato da Tecnoborsa, la società consortile formata da tutte le Camere di Commercio, sono state diffuse alcune tendenze dell’ultimo anno del settore immobiliare che si stanno già estendendo in questo anno.

 

La città oggetto dell’indagine è Roma, che nei passati tre anni ha raggiunto il minimo storico per quanto riguarda le compravendite di immobili, sia per numero che per capitali mossi. Se nel 2013 infatti solo il 4% degli intervistati aveva acquistato casa, sembra che entro la fine dell’anno prossimo ben il 7% ha in programma di comprare casa.

Per il 75% si tratta dell’acquisto di una prima casa, mentre per il 10% (cifra notevolmente in crescita) l’acquisto sarebbe un importante investimento, chi per ristrutturare e rivendere per un profitto a breve termine, chi per un profitto a lungo termine tramite contratti di locazione abitativa o commerciale.

 

I fattori che hanno reso possibile questo aumento di compravendite sono molteplici: il primo e forse più importante è il prezzo degli immobili, che grazie alla crisi del settore è diventato più abbordabile anche in zone centrali. Secondariamente, come riportato dall’indagine statistica, sei persone su 10 hanno ottenuto un mutuo o lo stanno per ottenere, mentre prima il difficile accesso al credito rendeva impossibile qualsiasi manovra da parte dei potenziali compratori. In ultimo, anche i trasferimenti da un’abitazione all’altra sono diventati molto più semplici e vantaggiosi; non è più possibile infatti rimandare l’acquisto per mancanza di aziende che effettuano traslochi economici.

 

Certamente come tutte le statistiche sono dati che devono essere presi con il beneficio del dubbio, ma il fatto che indagini di questo tipo inizino ad essere positive non può che essere un buon segnale per tutto il settore, sperando che continuino in questa direzione.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.