Quando si può usare il modello di delega generica

writing-1149962_1920La delega generica è un semplice modello, disponibile anche online, che contiene le informazioni necessarie a delegare qualcuno a svolgere attività per le quali, altrimenti, sarebbe necessario presenziare in prima persona. Nei rapporti con la pubblica amministrazione, ma non solo, è infatti spesso necessario che il cittadino si presenti personalmente. Nel caso in cui sia impossibilitato a farlo può delegare un altro soggetto maggiorenne, compilando il modello delega generica.

Sono varie le situazioni in cui una persona deve presentarsi presso un ufficio o uno sportello per svolgere una precisa attività. Stiamo parlando di quelle situazioni in cui il soggetto deve agire personalmente, in genere per evitare un conflitto con le leggi per la privacy. Avviene questo quando si deve ritirare una raccomandata o un pacco presso un ufficio postale, ma anche per referti medici o documenti di vario genere; ad esempio anche quando si richiede il passaporto in questura: al ritiro deve essere presente il soggetto cui si riferisce il documento. Nella maggior parte di questi casi è possibile delegare altri, in modo che svolgano la specifica attività per conto di altri. Per farlo è importante munire il delegato di apposita delega.

Una delega generica deve contenere alcune informazioni essenziali, che permettono a chi riceve la delega di accettarne l’oggetto. Il delegante deve compilare un modello di delega, ma volendo può anche scriverla di suo pugno. Deve inserirvi i dati identificativi suoi e del delegato: nome, cognome, indirizzo e codice fiscale. Inoltre è necessario indicare anche l’oggetto preciso della delega: ad esempio ritiro del passaporto presso gli uffici preposti della questura. Il documento deve essere firmato dal delegante e dal delegato e corredato da una copia della carta di identità di entrambi. Nel caso della carta di identità del delegato, egli può anche fornirla in originale al momento dell’utilizzo della delega.

In linea teorica la delega generica può essere utilizzata nei rapporti con la pubblica amministrazione e con i privati. Ci sono però situazioni in cui è necessario usare apposita modulistica, fornita dalla realtà con cui si ha a che fare. Ad esempio gli uffici postali presentano al delegante un modulo, che il delegato deve possedere, compilato in ogni sua parte, quando ritira un pacco o una raccomandata. Tale modulo viene lasciato al domicilio del delegante quando il postino o il corriere effettua un tentativo di consegna. Ci sono casi in cui la delega è poi di tipo particolare, come ad esempio nel caso delle procure legali o delle deleghe che si conferiscono al commercialista, o ai patronati, perché compilino i modelli F24 e paghino le tasse a nome del singolo cliente, che si configura quindi come delegante. In questi casi è anche necessario che il delegato sia in possesso di specifici titoli abilitanti, che gli permettono di svolgere la delega.

Si può delegare qualsiasi persona maggiorenne, che abbia a disposizione un documento di identità valido. Non è necessario che vi siano legami di parentela con il delegante; solitamente si sceglie una persona di fiducia, ma questo tipo di rapporto non è necessario.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.