Quanto vale la tua auto: come si calcola il valore di un veicolo

28 car-dealer-g8e4cf1905_1280Quando si desidera liberarsi della vecchia auto solitamente ci si rivolge a un concessionario, per cercare un altro veicolo da guidare. Prima di fare ciò è importante avere una certa conoscenza dell’effettivo valore del vecchio mezzo, per poter meglio comprendere la validità delle proposte fatte dal rivenditore.

Il valore dell’auto

Quanto offrono i compro auto
Permuta, ritiro, rottamazione

Il valore di un’auto dipende da una serie di fattori, tra cui i principali sono: l’anno di immatricolazione, il modello, lo stato di usura e il chilometraggio. Ci sono poi questioni che riguardano anche il colore, il tipo di allestimenti, l’abitudine ad eseguire la manutenzione con scrupolo e attenzione. Leggendo le tabelle, disponibili sulla stampa specializzata in autoveicoli, si ha un’idea di massima, che va poi verificata considerando l’effettivo stato di conservazione del veicolo.

Su www.autoasiago.it/acquisto-auto/ ci si può mettere in contatto con un concessionario che ritira i veicoli usati, pagandoli immediatamente, previa valutazione del mezzo attraverso una perizia che verrà effettuata in Autosalone per verificarne le condizioni reali, ovvero l’utilizzo effettivo, che quando risulta, ad esempio molto elevato e si traduce in un chilometraggio maggiore rispetto alla media, così anche in una più evidente usura interna ed esterna, porta ovviamente a una diminuzione della quotazione finale.

Come ottenere una valutazione maggiore

Qualche consiglio
La manutenzione dell’auto

Per poter ottenere il massimo dalla vettura di seconda mano è necessario tenere particolari comportamenti, già nel momento in cui si sceglie la nuova vettura. Sì perché il valore effettivo di un veicolo dipende anche da quanto esso è apprezzato dalla media dei guidatori. Ci sono veicoli che si deprezzano molto più rapidamente rispetto ad altri, perché si tratta di modelli poco amati dal grande pubblico o per varie altre motivazioni. In alcuni casi anche il colore o il tipo di allestimento interno sono elementi che possono influire sul valore di un’auto di seconda mano. Si parte dalle tabelle che comprendono tutti i modelli circolanti, ma già osservando queste appare chiaro come alcune vetture tendino a mantenere il proprio valore meglio rispetto ad altre. Chi desidera sostituire l’auto spesso può chiedere consiglio al concessionario, che gli saprà indicare quali siano le vetture che nel tempo mantengono al meglio il proprio valore.

Permuta e ritiro dal concessionario

Si può ottenere di più?
Le offerte del momento

Ci sono poi situazioni in cui è possibile che il singolo concessionario offra al cliente una quotazione particolarmente elevata del veicolo. Ad esempio in alcuni casi di permuta si può spuntare uno sconto particolarmente elevato. Questo avviene ad esempio se si sceglie un altro veicolo particolarmente costoso; di fatto in questi casi non è tanto la quotazione della vecchia auto ad aumentare, quanto lo sconto applicato sul nuovo acquisto. In alcuni periodi dell’anno, o in particolari anni, si possono trovare particolari offerte, che dipendono spesso dalla scelta del nuovo veicolo. Sconti importanti sono applicati a chi decide di scegliere un veicolo a basso impatto ambientale. Allo stesso modo si può ottenere un forte sconto se si decide di rottamare un’auto molto vecchia, Euro 5 o Euro 6.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.