Come si ottiene un prestito senza busta paga

Quando si richiede un finanziamento è sempre importate poter dimostrare di avere un introito di qualche tipo;ottenere un prestito senza busta paga non è cosa facile da realizzare, in genere è importante avere qualche garanzia.

Il prestito personale

Una tipologia di prestito che si può ottenere anche senza alcun tipo introito dimostrabile è il prestito personale. Si tratta di un finanziamento di modesta entità, che in genere non superano cifre prestabilite: 3.000 o 5.000 euro. Nel caso in cui si intenda richiedere un finanziamento per una cifra superiore, di solito gli istituti di credito tendono a ricercare un qualche tipo di garanzia. La forma migliore di garanzia consiste nell’avere un garante: una persona che percepisce uno stipendio mensile, che si impegna a saldare le rate in caso di insolvenza. Una garanzia molto sfruttata è anche l’ipoteca su una casa di proprietà, o il poter dimostrare di avere un reddito da fonti diverse dal lavoro, come ad esempio una rendita finanziaria o un affitto.

Principali difficoltà

In linea generale gli istituti di credito tendono a negare un prestito a chi non può garantire, in qualsiasi modo, di ripagarlo in modo regolare. Avere uno stipendio fisso è ritenuta una garanzia sufficiente, in quanto rende possibile saldare le rate, che nel caso di un finanziamento poco cospicuo, ammonteranno a cifre decisamente basse, spesso inferiori ai 150 euro al mese. Nel caso in cui non si abbia una busta paga e neppure un qualsiasi tipo di garanzia, è possibile che l’istituto di credito accordi lo stesso il finanziamento, ma di solito proponendo delle condizioni proibitive: gli interessi saranno quasi certamente i maggiori possibili, pur restando entro i termini stabiliti dalla legge. Spesso questo tipo di finanziamenti non sono particolarmente appetibili e, comune, in molti casi vengono accordate cifre molto basse.

La casa come garanzia

Se si possiede un bene, come ad esempio un’abitazione, è possibile utilizzarlo come garanzia per un finanziamento. Occorre ricordare però che l’istituto di credito tenderà, quasi sicuramente, a sottovalutare fortemente il valore dell’immobile. Se si necessità di una cifra elevata, sarà necessario porre come garanzia un bene che ha un valore che supera il finanziamento di almeno il 30-50%, o si rischia che la banca non lo ritenga una garanzia idonea. Un’alternativa pratica sono i prestiti cambializzati; le rate sono suddivise in singole cambiali, a scadenza mensile o trimestrale. Nel caso in cui un cliente non paghi una cambiale, la banca può subito pignorargli i beni, senza attendere oltre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.