Strategie opzioni binarie

opzioni binarieCi chiedono quali siano le strategie migliori per opzioni binarie e la risposta da darsi è che non esiste una strategia migliore in assoluto se non la giusta strategia per il tipo di mercato e di sottostante che abbiamo di fronte.

Cerchiamo di capire, allora, quali sono i criteri che possono aiutarci ad adattare le varie strategie. Prima di proseguire, puntualizziamo che i principianti possono perfettamente fare trading binario, anche senza conoscere strategie specifiche, grazie ai segnali di opzioni binarie. Su http://www.segnaliopzionibinarie.net/ trovi informazioni molto interessanti su quelli che sono i migliori servizi di invio di segnali binari.

Partiamo da un concetto fondamentale: gli asset utilizzati con le opzioni binarie sono caratterizzati o da una volatilità di picco (i prezzi tendono a cambiare più o meno velocemente nel tempo) o da una direzionalità più o meno spiccata (i prezzi tendono a seguire una certa traiettoria determinata e non si spostano casualmente lungo il range delle quotazioni di mercato. La traiettoria centrale o trend line ci aiuta a definirli). La volatilità implica la direzionalità? La volatilità non esclude la direzionalità ma si tratta di due concetti completamente diversi, non si può metterli sullo stesso piatto.

D’altronde, a questo punto, non resta che tracciare propedeuticamente una linea di demarcazione fra gli approcci al trading, distinguendo tra stile improntato ad anticipare il mercato ed a porsi prima delle determinanti dei prezzi e stile improntato a seguire il mercato, più simile da tale punto di vista allo scalping intra-day.

Quindi, in poche e semplici parole: Vogliamo sfruttare la direzionalità o la volatilità? Siamo interessati ad inseguire il mercato o ad anticiparlo?

Se fossimo interessati ad anticipare il mercato, l’analisi tecnica ci può essere di molto aiuto, entro sempre determinati limiti (mutamento delle condizioni di mercato non incorporate dalle aspettative di vita dei prezzi passati): i metodi più utilizzati sono rappresentati dalle medie mobili. Ad esempio, il Macd (Moving average convergence divergence) rappresenta una combinazione di due medie mobili, di cui una veloce ed una lenta, rispetto alla linea Macd. Quindi, a seconda di come si comporteranno le singole medie mobili, potremmo capire se il trend dei prezzi è crescente o meno, piazzando pertanto una call (attesa di rialzo dei prezzi) o una put (attesa di ribasso dei prezzi). Chiaramente, è sempre meglio affidarsi ad altri strumenti di analisi integrativi, tra cui i volumi di contrattazione che ci possano far capire entro quali limiti la domanda predomini sull’offerta, se vi sono più tori o più orsi sul mercato.

Seguire il mercato è uno stile diverso che può servirsi di molta analisi così come di poca analisi. In gergo, si “cavalca l’onda”. Si preferiranno, pertanto, strategie meno convenzionali e più rapide da analizzare. Innanzitutto, tutti gli approcci che sono tesi ad anticipare i prezzi, se utilizzati per seguire il mercato, non vanno mai adottati in un’ottica statica ma dinamica ed adattiva. Il mercato è in osservazione continua per cercare di accodarsi ad esso. Lo scalper può essere anche indifferenziato, senza alcuna anticipazione selettiva. In questo caso, si liquidano le perdite e si lasciano correre i profitti, come si suol dire. Quindi, ci si dirige solo per quei trade che stanno avendo opportunità di profitto. Lo scalper aumenta gradualmente la propria esposizione specifica di mercato, man mano che il trend dei prezzi manifesta maggiore univocità direzionale.

I trader famosi mettono sul mercato nuove strategie che ogni amatore del mondo delle opzioni e del forex esplora per sperimentarlo o per capire se quel tipo di approccio è adatto alla propria personale impronta di trading.

L’ingrediente irrinunciabile del trading, visto che non vi è un metodo universale da seguire, qual è allora? L’assenza di stress o di emotività eccessivi che possano compromettere una buona performance media dell’attività di trading. Anzi, ciò che si consiglia è di redigere un piano di trading, riportando le strategie seguite giorno per giorno, i trade su cui si è deciso di investire ed il tipo di decisioni prese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.