Trasloco fai da te e green: ecco alcuni consigli pratici

traslocoIl trasloco è uno dei problemi più stressanti per molti italiani. Secondo alcune recenti indagini, nel 2013 sono stati effettuati ben 45 mila traslochi, il 24% in più rispetto all’anno precedente. Da questa percentuale, poi, dobbiamo considerare che il 7% preferisce fare da sè, e sul totale il 45% ha deciso di emigrare all’estero.

Insomma, effettuare un trasloco non è proprio come fare una scampagnata: servono organizzazione, pazienza e costanza. Ecco alcuni semplici consigli per fare un trasloco green, e privo di ansie. Innanzitutto, dobbiamo recuperare alcuni scatoloni necessari per imballare i nostri oggetti.

Evitiamo di comprarli, ma andiamo nel supermercato sotto casa nostra: ogni giorno, questi centri buttano via numerosi scatoloni senza utilizzarli. Noi potremmo trarne grande beneficio sia a livello economico che materiale. Ricordatevi, poi, che i vasi o le vaschette sono ottimi contenitori da utilizzare in fase di trasloco: evitate di riporli negli scatoloni!

Un altro piccolo dettaglio da tenere bene a mente riguarda l’imballaggio degli oggetti: evitiamo di acquistare carta da imballo. Se dobbiamo colmare i vuoti tra due oggetti fragili, proviamo ad utilizzare vecchie sciarpe, cappelli di lana o maglioni. Saranno motlo utili, ci aiuteranno nel nostro scopo, e saranno assolutamente economici.

Infine, se avete bisogno di una mano potete trovare tutte le aziende che lavorano in questo settore su subito.it, traslochi-online.it, oppure a-traslochi.it. Ovviamente ci sono anche i siti dedicati a chi suol fare da solo: hotraslocato.it, e grillosaveriotraslochi ti aiuteranno a fare il punto sulla tua personale situazione.

Insomma, non resta che rimboccarti le maniche, ed iniziare il tuo lungo, ed economico, trasloco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.