Verniciatura a spruzzo, non solo estetica: funzioni e tecniche di rifinitura

verniceLa verniciatura a spruzzo è un processo semplice ed economico che consiste nel depositare uno strato più o meno sottile di prodotto verniciante, allo scopo di rifinire e proteggere il manufatto dalla corrosione e da altri agenti esterni. In carpenteria, i metodi di verniciatura sono molteplici e variano a seconda della superficie da trattare. Dimensioni, spessore e utilizzo finale sono i criteri principali da prendere in considerazione prima scegliere il metodo migliore per trattare il metallo.

Prima della verniciatura a spruzzo, le superfici sono sottoposte a trattamento di pulizia mediante sabbiatura, in modo tale da rimuovere residui di corrosione superficiale – quali la calamina e la ruggine – e i residui delle lavorazioni precedenti che aderiscono ancora alla superficie.

La pulitura della superficie rappresenta un passo obbligato se si vuole ottenere una verniciatura d’alto livello. Ogni sostanza estranea alla superficie rischia di produrre un film di scarsa aderenza che – col tempo – potrebbe staccarsi ed esporre il metallo alla corrosione e alle sollecitazioni meccaniche.

Dopo la pulitura, il metallo può essere trattato tramite verniciatura a spruzzo, secondo diverse tecniche. Nella verniciatura airless o air mixed si utilizzano prodotti vernicianti acrilici a bi-componente a bassa concentrazione di liquido, in modo tale da abbattere l’emissione di sostanze organiche altamente volatili.

I cicli di verniciatura a spruzzo variano a seconda della destinazione d’uso. Per tutti i cicli, vanno comunque rispettati dei parametri ben precisi, che riguardano lo spessore del prodotto verniciante. Da 50 a 60 micron per i manufatti da interno, fino a 100 micron per quelli da uso esterno.

Al contrario, la verniciatura a polvere sfrutta il fenomeno fisico dell’attrazione tra particelle di segno opposto. Questa tecnica si basa sull’applicazione di polveri termoindurenti che necessitano di un ciclo di reticolazione in forno. Le polveri che lambiscono la superficie metallica sono dotate di carica elettrostatica, in grado di aderire al metallo. Le cabine di verniciatura sono dotate di filtri a cartuccia e ciclone di abbattimento, in modo da depurare l’aria a intervalli continui.

I manufatti vengono poi essiccati in forno a 200°C. Il film di prodotto verniciante assume così un aspetto liscio, che indurisce in fase di raffreddamento.

Meta description: Le principali metodologie di verniciatura, a spruzzo o a polvere, per il trattamento dei metalli dopo la sabbiatura.

Meta tags: verniciatura a spruzzo, verniciatura e sabbiatura, verniciatura a polvere, verniciatura dei metalli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.