Come si fa un pronostico di calcio

Sono molto presenti online i siti che pubblicano pronostici di ogni tipo riguardanti il calcio. Del resto non si tratta esclusivamente di dare delle informazioni per i tifosi che vogliono sapere cosa aspettarsi da una partita, ma anche di stimolare gli scommettitori sportivi e di preparare l’ammontare delle vincite. Come avviene per qualsiasi scommessa sportiva: se vince la squadra favorita la scommessa sarà pagata il minimo possibile, se invece vince l’outsider, allora sì che arrivano i soldi veri.

Preparare un pronostico

Coloro che si occupano di pronostici sono dei veri esperti di calcio. Tutti sono in grado di tirare a indovinare chi vincerà una partita tra una squadra molto forte e una invece particolarmente debole. Il problema si fa serio quando si scontrano invece squadre con capacità simili, dove si gioca tutto a livello mentale e di concentrazione. Oltre a questo è necessario anche valutare la motivazione delle compagini in campo, in modo da poter produrre un pronostico realistico. Buona parte di coloro che stilano i pronostici con grande anticipo in genere tendono a guardare moltissime partite, in modo da avere una chiara idea di cosa avverrà nel momento in cui due squadre si incontrano. Siti come www.lepartitedioggi.com permettono anche ai semplici appassionati di sapere quali partite si giocano ogni giorno dell’anno, in modo da mantenersi sempre aggiornati sullo stato di forma dei diversi giocatori, sulle tattiche degli allenatori e sulle performance calcistiche della giornata.

Un pronostico difficile

Sono particolarmente difficili i pronostici che prevedono l’andamento delle competizioni a livello internazionale, dove sono le nazionali dei singoli stati a competere. Quando si scontrano i club infatti è assai difficile vedere partite diverse da quelle previste, in quanto i singoli club tendono a mantenere delle performance simili con il passare del tempo: una squadra che ha vinto il campionato di calcio di un paese, spesso riesce ad avere dei buoni risultati anche a livello internazionale, ben diversamente da quella che si è piazzata a metà classifica. Nel caso delle nazionali invece si notano sempre degli outsider, che riescono dove nessun pronostico aveva predetto. Un esempio è stata l’Islanda agli Europei di calcio del 2016: partita come sfavorita, ha fatto benissimo già nella fase gironi, piazzandosi seconda nel suo girone. In seguito ha eliminato l’Inghilterra agli ottavi di finale, con una vittoria che entrerà nella storia della squadra. In queste occasioni lo spirito di una nazione, la fora di volontà di una squadra che ce la mette tutta per vincere, riesce a battere una compagine che sulla carta è molto più forte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.