Quando sostituire i filtri aria

Un filtro per l’aria consente di rimuovere dall’aria alcune sostanze in essa contenute; in alcuni casi questi filtri rimuovono pulviscolo di vario genere, in altri casi si tratta invece di umidità, o di inquinanti chimici. Perché il filtro funzioni in modo corretto è di primaria importanza che sia regolarmente manutenuto, e che si effettui la sostituzione in caso di eccessivo accumulo di sostanze filtrate al suo interno.

Dove reperire i nuovi filtri

Sono tantissime le strutture, civili e industriali, in cui si utilizzano i filtri per l’aria. Ne è sempre presente uno anche negli autoveicoli, ma anche nei condizionatori domestici e nelle cappe aspiranti. Questi filtri si trovano comunemente nei negozi di elettrodomestici, o in quelli in cui si vendono ricambi per auto. Quando si sostituisce il filtro è di primaria importanza utilizzare un modello identico a quello installato, o si rischia che l’apparecchiatura in cui si utilizza il filtro possa non funzionare al meglio, o addirittura rompersi. A livello industriale invece si sfruttano spesso le ditte che si occupano di vendita di filtri aria, perché sono troppi i modelli disponibili sul mercato, impossibili da trovare presso un comune fornitore. In molte situazioni inoltre, come ad esempio nelle Unità di Trattamento dell’aria, sono presenti dei filtri di misure personalizzate, che solo un’azienda specializzata può riuscire a reperire, o addirittura a produrre.

Che tipo di filtri

I filtri per l’aria disponibili sul mercato sono moltissimi, perché diverse sono le motivazioni che portano a ripulire l’aria quotidianamente. Anche semplicemente nei condizionatori possono essere presenti filtri deumidificatori, filtri che rimuovono la polvere, filtri che si occupano di ripulire l’aria dai pollini. A livello industriale le cose si complicano ulteriormente, perché sono tantissimi gli usi che si fanno di questa tipologie di filtri. Esistono infatti situazioni in cui gli stessi macchinari usati necessitano di avere a disposizione aria perfettamente pulita; inoltre, la produzione di inquinatati durante alcune operazioni, necessita di filtrare l’aria in uscita dai macchinari, in modo che sia perfettamente respirabile da parte degli addetti che si trovano nei dintorni. Quindi in alcune situazioni si dovranno costruire due batterie di filtri: una all’entrata in una particolare camera, in cui si svolgono operazioni di verniciatura, ad esempio una all’uscita, per rimuovere dall’aria i residui del lavoro svolto. Esistono per questo motivo tantissimi tipi di filtri, che possono rimuovere inquinanti di vario genere, o anche solo rendere l’aria perfettamente pura, adatta all’uso in macchinari molto sensibili o durante particolari lavorazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.